Stampa
Categoria: News
Visite: 830

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

RIFORMA DEL CODICE PENALE E DI PROCEDURA PENALE

Con la maggioranza dei voti, la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva la legge di riforma del codice penale, del codice di procedura penale e dell'ordinamento penitenziario.

Le modifiche sono di grande rilievo, sia sul piano del diritto sostanziale sia su quello del diritto processuale; alcune delle novità previste entreranno in vigore fin da subito, altre invece saranno oggetto di particolari deleghe che dovranno essere attuate dal Governo.

Di seguito, le principali novità previste dalla legge (in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale:

Nel diritto penale sostanziale è introdotta una nuova causa di estinzione dei reati, la modifica il regime della prescrizione dei reati, e l'inasprimento del trattamento sanzionatorio per i reati di furto, rapina e scambio elettorale politico-mafioso:

La legge contiene anche la delega al Governo per la modifica del codice penale riguardo ai seguenti istituti:

Nel diritto processuale, la riforma interviene, fra gli altri, sulla disciplina della incapacità dell'imputato a partecipare al processo, del domicilio eletto, delle indagini preliminari (in particolare in materia di intercettazioni), e dell'archiviazione.

Tra le novità più significative:

Delega al Governo per la riforma del processo penale e dell’ordinamento penitenziario

La legge delega il Governo ad intervenire sulla materia della disciplina delle intercettazioni. Queste le principali novità che dovranno essere attuate con uno o più decreti legislativi: